LOK-01.png

INTERVISTA A PETER ZEITLINGER NELLA TRASMISSIONE UMETNI RAJ

Dopo la 22a edizione del festival cinematografico transfrontaliero Poklon viziji / Omaggio a una visione, organizzato dal Kinoatelje a ottobre, lunedì 29 novembre 2021 alle 22.50 su RTV Slovenia è andata in onda l’intervista al vincitore di quest'anno del Premio Darko Bratina. L'intervista con l’ospite del festival Peter Zeitlinger è stata preparata da Mateja Valentinčič per la trasmissione Umetni raj.

Su questo link è possibile visionare il servizio.

CONFERIMENTO DEL PREMIO DARKO BRATINA

Sono trascorse alcune giornate ricche di conversazioni ed incontri, durante i quali Peter Zietlinger, vincitore del Premio Drako Bratina - Omaggio a una visione, ha presentato al pubblico la sua ricca produzione e ha condiviso le sue esperienze maturate nel suo percorso professionale e creativo.

Mercoledì, nel Palazzo del Cinema a Gorzia, abbiamo consegnato il 22° Premio Darko Bratina al direttore della fotografia Peter Zeitlinger. L’autore ci ha convinti con il suo vasto opus, in cui esplora con audacia le potenzialità dell’arte cinematografica e allo stesso tempo supera i confini del linguaggio cinematografico. Dopo aver ricevuto il premio, Zeitlinger si è commosso e ha detto che è impaziente di assistere ai prossimi festival del Kinoatelje, poiché è fiducioso che i futuri premiati continueranno a riunire persone che fanno del bene. »Essere buoni gli uni con gli altri, costruire comunità, è qualcosa a cui non dovremmo mai rinunciare«, ha aggiunto.

Anche Werner Herzog che si trova a Barcellona ha preparato una sorpresa speciale per il nostro premiato: »Peter, nessuno oltre a te oltrepassa i confini, di nessun tipo, in modo così deciso. Sei il migliore!«

Alla cerimonia di premiazione hanno partecipato anche il Sindaco del Comune di Nova Gorica, dott. Klemen Miklavič, l'assessore alla cultura del Comune di Gorizia Fabrizio Oretti e il direttore del Fondo Audiovisivo del Friuli-Venezia Giulia Paolo Vidali, che riconoscono l'importanza del festival, il quale da numerosi anni tramite la cultura cinematografica con coraggio collega il nostro territorio transfrontaliero.

Dopo la cerimonia di premiazione, abbiamo avuto l'opportunità di guardare il film Cave of Forgotten Dreams (r. Werner Herzog, 2010) in 3D, che ha incantato il pubblico. Li abbiamo accompagnati agli albori dell'esistenza umana sulla Terra, al Paleolitico, trentacinquemila anni fa, quando sono stati realizzati anche i dipinti murali nella grotta di Chauvet, dove ha filmato. »Abbiamo girato per alcuni giorni e abbiamo trascorso un massimo di due ore al giorno nella grotta, che è chiusa al pubblico. Da un punto di vista tecnologico, queste riprese sono stata eccezionali a causa delle circostanze specifiche del luogo.« Ha incollato con lo scotch le telecamere e gli obiettivi e ha improvvisato soluzioni ingegnose per risolvere gli imprevisti tecnologici in modo che gli spettatori potessero seguire la passeggiata nella grotta come se fossero lì. Come con la cinepresa, Zeitlinger ci ha portato in spalla in questo viaggio magnifico nel passato.

FOTO della premiazione 2021.

Poklon viziji podelitev 20. 10. 2021 mc 10vodilna.jpg

LA MASTERCLASS CON PETER ZEITLINGER

A Gorizia abbiamo trascorso la giornata di mercoledì iniziata con la masterclass a cura di Peter Zeitlinger e condotta dalla selezionatrice del programma Patricija Maličev e dal collaboratore del festival Patrick Holzapfel. Zeitlinger ha sottolineato che durante le riprese la narrazione, l'inquadratura e l'illuminazione sono ugualmente importanti per un direttore della fotografia. »Spesso si tratta di tendenze, per un po' prevale una, poi viene sostituita da una seconda e magari da un’altra ancora. Per un film di qualità, quando si tratta di fotografia, risalta l’opera che raggiunge la sincronia tra le tre. E la coerenza, l'intesa tra il regista e il direttore della fotografia. Dopo tutti questi anni, oltre a ciò che contiene la sceneggiatura, non serve definire con Werner Herzog i dettagli delle riprese. A volte, come si suol dire, Werner ed io balliamo: lui mi prende per la vita da dietro e intuitivamente riprendiamo la scena. Succede tutto molto rapidamente. Ulrich Seidl ha un approccio diverso, i preparativi e le riprese richiedono molto tempo e i suoi film sono molto più statici, ma non per questo meno interessanti.« Zeitlinger ha elencato le sette regole da applicare per la fotografia cinematografica, ma ammette di essere il primo a non rispettarle anche se in genere sono popolari: girare più materiale possibile in modo che il montatore possa avere più inquadrature possibili,  anche le prove devono essere riprese, perché possono succedere situazioni molto interessanti e utile per il film, collaborare con le grandi star di Hollywood per garantire il successo del film, fare il maggior numero possibile di primi piani del viso... »A volte accade qualcosa di molto più importante sullo sfondo, qualcosa che può essere la chiave di svolta della narrazione del film

Alla fine della masterclass Zeitlinger ha sottolineato che la curiosità e il rischio del direttore della fotografia e dei suoi cameraman, se ce ne sono, sono importanti per una buona fotografia del film. »Le occasioni perse non possono essere recuperate, quindi consiglio sempre di abbandonarsi in modo audace all'avventura cinematografica. Questo è l'unico modo per acquisire esperienza

PRIMO GIORNO DEL FESTIVAL

Ieri, presso la Cineteca slovena, si è svolta la prima tappa del festival cinematografico transfrontaliero Omaggio a una visione, che propone le opere del direttore della fotografia e vincitore del Premio Darko Bratina 2021, Peter Zeitliner. In quest’occasione abbiamo avuto modo di vedere i film Il cattivo tenente – Ultima chiamata New Orleans (Werner Herzog, 2009) e Tunnelkind (Erhard Riedlsperger, 1990). Quest’ultimo è il suo primo lungometraggio, al quale ha contribuito anche con parte della sua storia autobiografica in veste di co-sceneggiatore. Abbiamo iniziato con uno vero spirito cinematografico gustandoci la fotografia di Zeitlinger catturata su pellicola in 35 mm. Le proiezioni erano accompagnate dai dibattiti tra l’ospite del festival e il collaboratore Patrick Holzapfel.

Zeitlinger ha raccontato al pubblico: »Girare il film su pellicola è stata un'esperienza preziosa per me. La tecnologia odierna permette di registrare quantità infinite, e in una tale marea di materiale, si poi cerca, nella sala di montaggio e durante la post-produzione, le perle tra la spazzatura. In passato non era così. Ogni momento in cui la telecamera riprendeva doveva essere sfruttato al meglio. Dovevamo essere in grado di catturare su pellicola i momenti giusti e i colori come li vedevamo poi nel film.« Aggiunge: »La ragazza del film Tunnelkind era in un certo senso il mio alter ego. Io stesso mi sono sentito qualche volta così quando da giovane ho attraversato il confine. Questo è un tema che mi ha accompagnato per tutta la vita, e che spicca di maggiormente proprio in questo film. Una simile complessità di vita lungo il confine caratterizza anche il festival che quest'anno mi conferisce il premio

Holzapfel ha detto: »Ne Il cattivo tenente – Ultima chiamata New Orleans possiamo vedere tre elementi chiave che distinguono il film dagli altri ai quali Zeitlinger ha partecipato come direttore della fotografia. Qui l’autore presta molta attenzione all'illuminazione. Utilizza colori monocromatici che rendono le scene quasi irreali ma allo stesso temo riflettendo la vita interiore del personaggio che si pone davanti a noi. Anche nei primi piani la telecamera si muove spesso e respira con i protagonisti. Nei film di Zeitlinger, i personaggi centrali non sono solo le persone, il protagonista diventa anche la location che porta la stessa importanza dell'azione che seguiamo

Le FOTO del festival.

SCOPRI DI PIÙ ...

Al link qui sotto potete leggere il catalogo del festival Omaggio a una visione 2021!

Contributi firmati da: Patricija Maličev, giornalista e collaborattice del programma, Patrick Holzapfel, collaboratore del programma, Mateja Zorn, direttrice del festival e dal gruppo della nuova sezione First Crossings: Sandra Jovanovska e Aljaž Škrlep.

>> Catalogo del festival Omaggio a una visione 2021 - Peter Zeitlinger

Su questo link potete leggere l'intervista con il premiato di quest'anno, Peter Zeitlunger, preparato da Patricija Maličev.

10. 10. 2021

PRIMI VOLI
SONO FINITI

L'edizione 2021 dei Primi Voli si è conclusa! 

La giuria ha assegnato il premio per il miglior cortometraggio alla regista di origini ceco-vietnamita Diana Cam Van Nguyen per la sua opera Love, Dad (2021). La giuria ha voluto conferire anche tre menzioni speciali per i film The Disappearance of Tom R. (Paul Sirague, 2020), Outside the Oranges Are Blooming (Nevena Desivojević 2019) e Past Perfect (Jorge Jácome, 2019). 

Il gruppo dei Primi Voli, invece, ha voluto fare una menzione speciale del corto Flowers Blooming in Our Throats (Eva Giolo, 2020).
Il pubblico ha assegnato il maggior numero di voti al film di Thanasis Neofotistos, Route 3 (2019).

Congratulazioni a tutti i premiati!

Foto e aftermovie della seconda giornata dei Primi Voli:

9. 10. 2021

Foto e aftermovie della prima giornata dei Primi Voli:

8. 10. 2021

INTRODUZIONE

Qui potete trovare l'introduzione del catalogo del festival, scritto dalla direttrice del festival, Mateja Zorn. Il testo condensa le riflessioni su quello che il festival rappresenta e cosa si cela dietro il programma della 22a edizione. Siete invitati a leggerlo.

FIRST
CROSSINGS

STA INIZIANDO

La 22° edizione del festival cinematografico transfrontaliero Omaggio a una visione è ormai alle porte.

Il festival verrà inaugurato dal programma della sezione Primi Voli che si svolgerà dall'8 al 10 ottobre al Mostovna di Nova Gorica. Nel programma in competizione, la piattaforma per lo sviluppo dei nuovi linguaggi cinematografici presenterà 20 freschi, innovativi ed eclettici cortometraggi di tutti i generi, ispirati al tema della foresta, sia a quello del confine. Entrambi rappresentano il concetto di confine nella sua forma più originaria. Il programma propone un cine-concerto in occasione del 100° anniversario del primo lungometraggio italiano L’inferno (1911). Con questo evento speciale, la sonorizzazione del film muto vogliamo porgere omaggio al grande poeta Dante e alla ricorrenza del 700° anniversario della sua morte. Continua la stretta collaborazione con l’Accademia delle arti dell’Università di Nova Gorica, che oltre alla fresca produzione cinematografica andrà a proporre anche una performance intermediale Spazi di riflessione di Abiral Khadka.

Venerdì avrà luogo la presentazione del collettivo e della rivista Robida e la performance video letteraria di Aljaž Škrlep. Škrlep presenterà la sua ricerca La selva oscura in cui relaziona il tema della foresta, con la filosofia e l’arte oscura, visualizzata con un montaggio di spezzoni raffiguranti il bosco tratti da horror e altri film.

Non mancherà nemmeno lo spazio per l’educazione e il programma dedicato alle famiglie. Tutti i giovani dai 12 anni in poi, sono invitati a prendere parte al laboratorio cinematografico Pensare il film che si svolgerà domenica mattina e sarà dedicato alla riflessione critica. Il programma pomeridiano, invece, prevede il film per famiglie Il Solengo.

Webp.net-gifmaker (3).gif

4. 10. 2021

V FOKUSU

Tukaj si lahko preberete poglobljeno razmišljanje o filmih Petra Zeitlingerja, ki ga je napisal programski sodelavec festivala Poklon viziji, Patrick Holzapfel. Članek bo tudi del tradicionalnega festivalskega kataloga, ki je že v printu!

6. 8. 2021

OMAGGIO A
FRANCO GIRALDI
IN PIAZZA DELLA TRANSALPINA

2011_giraldi_5_podelitev gorica 5 (1).jpg

Venerdì 6 agosto 2021 alle 21.00 in Piazza della Transalpina / Trg Europe, luogo simbolico di contatto tra le due Gorizie, vi invitiamo a partecipare alla proiezione del film La frontiera (1996). Con la serata vogliamo porgere omaggio ad un caro amico, il regista Franco Giraldi, vincitore del Premio Darko Bratina 2011.

Franco Giraldi, nato nel 1931 a Komen, di madre slovena e padre istriano, ha provato sulla propria pelle la complessità della vita su un confine. Dopo aver fatto di Trieste la sua città adottiva è partito per Roma, diventando un regista di rara maestria e con una ricca filmografia. I diversi regimi politici che si sono susseguiti nella storia hanno spesso sottoposto le 'identità di confine alla forza dell'assimilazione, privandole così del loro vero essere. Questa complessità di confine viene messa in risalto in modo personale e con grande rispettoso nella trilogia, comprendente i film La rosa rossa (1973), Un anno di scuola (1977), e La frontiera (1996).

»Nella frontiera tutto può diventare bellissimo nel senso del pluralismo e tutto può diventare terribile nel senso dell'esclusione della pluralità. Quando si pretende di etichettare una persona con una nazionalità, una religione, una denominazione univoca, si fa un torto terribile all'infinita possibilità della frontiera.« (dall'intervista con Franco Giraldi nel libro Franco Giraldi, lungo viaggio attraverso il cinema, di Luciano De Giusti)

Il film verrà proiettato in italiano con sottotitoli in sloveno. Si ringrazia la Cineteca del Friuli che custodisce la copia del film.

L’evento proposto dal festival Omaggio a una visione fa parte del programma del Silvan Furlan Open-Air Cinema coorganizzato dal Kinoatelje e dal Kulturni dom Nova Gorica sotto il patrocinio del Comune di Nova Gorica. L'evento fa parte del programma della Capitale europea della cultura GO! 2025.

L'ingresso all'evento sarà possibile solo presentando il green pass o l'esito negativo del test che non supera le 48 ore.

Benvenuti sul confine aperto tra le due Gorizie.

Fotografie

15. 7. 2021

IL PREMIO DARKO BRATINA 2021 VA A PETER ZEITLINGER

peter zeitlinger.jpg

Con grande onore il Kinoatelje annuncia che assegnerà il Premio Darko Bratina 2021 al direttore della fotografia Peter Zeitlinger.


La rassegna cinematografica del regista austriaco nato a Praga si svolgerà dal 18 al 24 ottobre in occasione del festival cinematografico transfrontaliero Omaggio a una visione / Poklon viziji / Tribute to a vision, che farà tappa nelle sette città del festival – Gorizia, Nova Gorica, Trieste, Isola, San Pietro al Natisone, Udine e Ljubljana. Zeitlinger terrà la tradizionale masterclass di una giornata mercoledì 20 ottobre 2021 presso il Palazzo del Cinema / Hiša filma a Gorizia.


L'approccio cinematografico di Zeitlinger trae ispirazione dal cinema al suo esordio, quando era ancora in sintonia con il ritmo del mondo circostante e in cui continua la ricerca di nuovi modi per catturare le immagini in movimento. Nei suoi lavori possiamo osservare il mondo che compare davanti al suo obiettivo, non ne crea di nuovi. Zeitlinger intraprende viaggi in mondi sconosciuti: luoghi remoti (la grotta Chauvet nel film Cave of Forgotten Dreams) o luoghi sconvolti da eventi storici (la città di New Orleans devastata dall'uragano Katrina in Il cattivo tenente – Ultima chiamata). Zeitlinger non si tira indietro nemmeno difronte all’esplorazione degli abissi dell’animo umano (e austriaco) sia nei suoi lavori con Herzog, Ulrich Seidl (Tierische Liebe or Die letzten Männer, per esempio) o Helmut Grasser (Die Wahlkämpfer). Più di una volta la sua camera cinematografica ha catturato su pellicola i punti di rottura delle emozioni umane e dei valori etici. Eppure, non importa se si tratta di persone che si confrontano con il loro passato traumatico, animali pericolosi, nazismo o stati di trance come quelli onirici, le sue immagini trasportano sempre il desiderio di scoperta e nessun pregiudizio. In un mondo in cui le immagini sono per lo più fatte per i "mi piace", questo è un gradito promemoria di quanto è incrollabile il potere del cinema.

15. 6. 2021

FIRST CROSSINGS
OPEN CALL

Nella sua quarta edizione, la sezione Primi Voli continuerà a curare fresche, innovative ed eclettiche forme di cortometraggi di tutti i generi, che si attingono a scoprire nuovi linguaggi cinematografici. Come negli anni precedenti, il punto focale rimane il tema dei confini – nel senso più ampio del termine – con lo scopo di abbattere tutti i confini geo-politici trasformandosi così in voci artistiche. La sezione vuole esplorare la tematica della foresta.

Abbiamo aperto una open call internazionale dedicata ai cortometraggi di autori emergenti e/o già affermati nonché innovativi che osano spingersi oltre dando libero sfogo alla sperimentazione cinematografica. Nel punto dove si incontrano la rappresentazione e la riflessione sui temi del confine e del bosco, ci interessano opere d'autore in varie forme; animazione, video saggi, video artistici e musicali, videopoesie e altre forme sperimentali di cortometraggi in tutta la loro diversità espressiva. Continuiamo nella nostra missione con la quale vogliamo sostenere gli artisti locali, in quanto agli artisti sloveni e italiani non serve pagare la quota di iscrizione per le loro opere. La data di scadenza delle iscrizioni: il 21 agosto 2021.

Maggiori informazioni sulla open call e sul programma sono disponibili sul sito web del festival.

1. 2. 2021

TRIESTE FILM FESTIVAL

Sabato si è conclusa la 32a edizione del 𝗧𝗿𝗶𝗲𝘀𝘁𝗲 𝗙𝗶𝗹𝗺 𝗙𝗲𝘀𝘁𝗶𝘃𝗮𝗹 che ha conferito ben due premi al film 𝗣𝗮𝗱𝗿𝗲 del regista 𝗦𝗿𝗱𝗮𝗻 𝗚𝗼𝗹𝘂𝗯𝗼𝘃𝗶𝗰́. Congratulazioni! Il film ha ricevuto il Premio del pubblico come miglio lungometraggio e il Premio CEI (Central European Initiative) come film che meglio interpreta la realtà contemporanea e il dialogo tra le culture.

Oče-Father_Film_Still_7-IMG_1405-Small.

5. 10. 2020

CONSEGNA DEL PREMIO

DARKO BRATINA

Martedì 6/10/2020 alle 19.30 presso il Kulturni dom Nova Gorica abbiamo conferito il premio Darko Bratina 2020 al regista Srdan Golubović.

Srdan Golubović nei suoi film ritrae la realtà della post-transizione nella società serba o in qualsiasi società, intrecciando con la sua caratteristica narrazione filmica storie sul potere corrotto dei sistemi economico-politici, che distruggono non solo le vite dei singoli, ma anche gli ideali. Con il suo specifico linguaggio cinematografico, considerando le particolarità storiche e sociali, rivela come ai lembi estremi del contesto globale della vita moderna ci si confronta con rischi di dimensioni catastrofiche e incomparabili, che derivano dallo scontro tra gli obiettivi parziali e unilaterali del singolo e della comunità.

Alla premiazione hanno presenziato anche i rappresentanti di entrambi i comuni nel Goriziano, il Sindaco del Comune di Nova Gorica dr. Klemen Miklavič e l'assessore alla cultura del Comune di Gorizia Fabrizio Oreti, che nel loro discorso d’apertura hanno riconosciuto e sottolineato l'importanza nonché la visione del nostro festival e il lavoro che il Kinoatelje svolge da anni.

5. 10. 2020

MASTERCLASS

Il programma della masterclass è suddiviso in due parti. La prima parte si incentra sul processo di creazione dei film, sul linguaggio e sulla poetica cinematografica dell’autore. La seconda parte invece è dedicata all’analisi dell’opera e del modus operandi di Golubović attraverso la prospettiva dell’immaginario sociologico, riscoprendo l’autore anche come intellettuale e acuto osservatore della società in cui viviamo. Il dialogo con l’autore è stato condotto dal critico cinematografico e produttore Boris T. Matič e dalla pubblicista nonché selezionatrice del festival Patricija Maličev.

Srdan Golubović nei suoi film ritrae la realtà della post-transizione nella società serba o in qualsiasi società, intrecciando con la sua caratteristica narrazione filmica storie sul potere corrotto dei sistemi economico-politici, che distruggono non solo le vite dei singoli, ma anche gli ideali. Con il suo specifico linguaggio cinematografico, considerando le particolarità storiche e sociali, rivela come ai lembi estremi del contesto globale della vita moderna ci si confronta con rischi di dimensioni catastrofiche e incomparabili, che derivano dallo scontro tra gli obiettivi parziali e unilaterali del singolo e della comunità.

5. 10. 2020

PREMIO FIRST CROSSINGS

Il programma della sezione First Crossings si è concluso!

 

La giuria ha decretato il corto vincitore: At the other end of the table della regista francese Lise Rémon.

Motivazione: At the other end of the table è una miniatura grafica sulla comunicazione, attraverso i suoi segni di matita ben temperata colpisce con precisione un tema di grande rilevanza nel nostro presente. Questo piccolo film di animazione, utilizzando le linee di uno schizzo ed una messa in scena semplice ma intelligente, offre spunti di grande riflessione e complessità sul binomio sentire – ascoltare l’altro, sia esso dall’altra parte di uno schermo o semplicemente dall’altra parte del tavolo, sulla necessità di rompere gli schemi quando si è sintonizzati su diverse lunghezze d’onda, sui rapporti umani e sul significato dello stare insieme al giorno d’oggi.

Menzione speziale della giuria:

La prima menzione speciale va al film di finzione Dramatic Relationships di Dustin Guy Defa, per aver proposto un racconto che si offre a diversi livelli di lettura e per il suo preciso approccio concettuale a livello registico e l’efficace uso della commedia nel mettere in luce un importante messaggio politico.

La seconda menzione speciale va al poetico documentario etnologico in grado di mostrare uno spazio-tempo unico ma anche universale: Then comes the evening di Maja Novaković.

Ultimo solamente in ordine di menzione e non di merito il film-poema sperimentale e minimalistico Fish di Filip Bojarski per la capacità di aver immortalato il reale e il metafisico attraverso uno sguardo d’inquietudine.

 

Il premio del pubblico invece è andato al videospot di Neli Maraž No Walk No Talk.

Ci congratuliamo con i vincitori!

6. 10. 2020

SERATA

D'ONORE

Martedì 6 ottobre alle 19.30, presso il Kulturni dom Nova Gorica si svolgerà la serata di premiazione del premio Darko Bratina con l'anteprima slovena del lungometraggio Father (Otac, 2020), l'ultimo film del premiato. Durante la giornata invece, prenderà vita la tradizionale masterclass, guidata da Srdan Golubović.

Podpis.jpg
firstcrossings_2020_png_edited.jpg

2. 10. - 4.10. 2020

PRIMI VOLI

La prima parte del festival di quest'anno sarà contrassegnata dai Primi Voli, piattaforma per lo sviluppo di nuovi linguaggi cinematografici, che si svolgerà durante il fine settimana a Mostovna a Nova Gorica. Venerdì 2 ottobre alle 16.00 inaugureremo la mostra Spazi nello spazio, dove esporremo le opere degli studenti dell’Accademia dell’Arte dell’Università di Nova Gorica, e alle 19.30 da non perdere la Celebrazione del 100° anniversario dell’uscita del film Il gabinetto del dottor Caligari. I cortometraggi e videoclip musicali si contenderanno il premio della giuria, e i vincitori verranno annunciati domenica 4 ottobre durante la premiazione. Prima invece, vi invitiamo ad unirvi a noi per un pomeriggio cinematografico in famiglia.

27. 9. 2020

CATALOGO

Al link qui sotto potete scaricare il catalogo del festival Omaggio a una visione 2020

Contributi firmati da: Cristina Battocletti, giornalista e scrittrice, Patricija Maličev, giornalista, Niccola Falcinella, giornalista, Mateja Zorn, direttrice del festival e dal gruppo della nuova sezione First Crossins: Sandra Jovanovska, Dora Ciccone e Aljaž Škrlep.

>> https://drive.google.com/file/d/1u2l5fU2ZQtXJj9_e4jFsItR5YVHAVq5A/view?usp=sharing

KATALOG.jpg
1x1_logo.jpg

25. 9. 2020

SI AVVICINA...

Tra una settimana esatta prenderà vita la 20° edizione del festival cinematografico transfrontaliero 𝗣𝗼𝗸𝗹𝗼𝗻 𝘃𝗶𝘇𝗶𝗷𝗶 / 𝗢𝗺𝗮𝗴𝗴𝗶𝗼 𝗮 𝘂𝗻𝗮 𝘃𝗶𝘀𝗶𝗼𝗻𝗲, organizzato dal 𝗞𝗶𝗻𝗼𝗮𝘁𝗲𝗹𝗷𝗲 e numerosi partner. La carovana cinematografica inizierà il suo viaggio a Nova Gorica, dove nel fine settimana presso il 𝗠𝗼𝘀𝘁𝗼𝘃𝗻𝗮 si svolgerà il programma dei 𝗣𝗿𝗶𝗺𝗶 𝗩𝗼𝗹𝗶, piattaforma per lo sviluppo di nuovi linguaggi cinematografici. Lunedì 𝟱 𝗼𝘁𝘁𝗼𝗯𝗿𝗲 presso il 𝗣𝗮𝗹𝗮𝘇𝘇𝗼 𝗱𝗲𝗹 𝗰𝗶𝗻𝗲𝗺𝗮 di Gorizia ci aspetta un interessante seminario professionale e la proiezione di due film di 𝗦𝗿𝗱𝗮𝗻 𝗚𝗼𝗹𝘂𝗯𝗼𝘃𝗶𝗰́, vincitore del 𝗽𝗿𝗲𝗺𝗶𝗼 𝗗𝗮𝗿𝗸𝗼 𝗕𝗿𝗮𝘁𝗶𝗻𝗮 𝟮𝟬𝟮𝟬. Martedì 𝟲 𝗼𝘁𝘁𝗼𝗯𝗿𝗲 invece, ci spostiamo di nuovo nella parte slovena, dove al 𝗞𝘂𝗹𝘁𝘂𝗿𝗻𝗶 𝗱𝗼𝗺 𝗡𝗼𝘃𝗮 𝗚𝗼𝗿𝗶𝗰𝗮 ci attende la 𝗺𝗮𝘀𝘁𝗲𝗿𝗰𝗹𝗮𝘀𝘀 con il vincitore di quest'anno, la 𝗰𝗲𝗿𝗶𝗺𝗼𝗻𝗶𝗮 𝗱𝗶 𝗽𝗿𝗲𝗺𝗶𝗮𝘇𝗶𝗼𝗻𝗲 del premio Darko Bratina 2020 e 𝗹'𝗮𝗻𝘁𝗲𝗽𝗿𝗶𝗺𝗮 𝘀𝗹𝗼𝘃𝗲𝗻𝗮 dell'ultimo film del vincitore, 𝗙𝗮𝘁𝗵𝗲𝗿.

7. 9. 2020

CERCIAMO

VOLONTARI!

Cerciamo volontari per partecipare alla realizzazione del festival cinematografico Poklon viziji/Omaggio a una visione. Il festival si svolgerà dal 2 al 10 ottobre 2020 a Gorizia e Nova Gorica, Lubiana, Isola, Trieste, San Pietro al Natisone e Udine. Il team del festival vuole invitare ad unirsi a loro nuovi giovani membri, entusiasti e desiderosi di nuove esperienze nel campo del cinema e della realizzazione di festival cinematografici.

Più informazioni qui.

PoklonViziji2019_10142019_dan2_31_edited

2. 8. 2020

LETNI KINO

SILVANA FURLANA

La collaborazione tra il festival cinematografico Kino Otok - Isola cinema e il festival Omaggio a una visione, il 2 agosto porterà al Silvan Furlan Open Air Cinema a Nova Gorica la prima slovena del film per famiglie Sandlines (2019). Un film carico di sincerità, in cui le teste aperte dei bambini ci accompagnano attraverso la storia dell'Iraq. 

Domenica 2/8/2020, alle 21.00

 

Sandlines

Francis Alÿs

Iraq, 2019, 61'

Negli ultimi vent'anni Francis Alÿs ha lavorato su una serie di progetti in collaborazione con le comunità locali di tutto il mondo. Insieme con un gruppo di bambini di un villaggio di montagna nei pressi di Mosul mettono in scena un secolo di storia irachena - dall'accordo segreto del 1916 al periodo di terrore instaurato dallo Stato Islamico nel 2016. I bambini assumono ruoli storici e evocano una storia della storia del paese con oggetti di scena modesti nonché, imparando a conoscere il passato, iniziano a comprendere più facilmente il proprio presente.

 

La prima slovena del film è realizzata in collaborazione con i festival Kino Otok - Isolacinema e Poklon viziji - Omaggio a una visione.

 

 Ospiti: Tanja Hladnik, responsabile del festival Kino Otok - Isola cinema

17. 6. 2020

SRDAN

GOLU

BOVIC

Srdan_Golubović.jpg

Oggi, durante la conferenza stampa presso il Palazzo del cinema di Gorizia, abbiamo annunciato che il Premio Darko Bratina 2020 verrà assegnato al regista serbo Srdan Golubović. Inoltre, abbiamo presentato anche la visione del festival Omaggio a una visione, che si svolgerà dal 2 al 10 ottobre, fino al 1° agosto invece è aperta la open call per la piattaforma del programma Primi Voli. Il programma dettagliato del festival verrà presentato a settembre.

>> comunicato stampa

novinarska konferenca Poklon viziji 17.6

12. 5. - 1. 8. 2020

PRIMI VOLI OPEN CALL

Cari amici del festival cinematografico transfrontaliero Omaggio a una visione!

Siamo lieti di annunciare che sono aperte le iscrizioni dei cortometraggi per la sezione Primi Voli del festival cinematografico transfrontaliero Omaggio a una visione.

Anche quest’anno, in occasione della ventunesima edizione, Omaggio a una visione, il festival cinematografico transfrontaliero allestito dal Kinoatelje che si terrà tra il 2 e il 10 ottobre 2020, si arricchisce con il programma dei Primi Voli / Prvi Poleti / First Crossings. Il programma della sezione si svolgerà tra il 2 e il 4 ottobre 2020 tra Nova Gorica e Gorizia. Nonostante le circostanze e gli ordinamenti circa l’emergenza sanitaria che verranno emessi in autunno, gli organizzatori si impegnano a dar vita al festival pure in forma digitale, almeno in parte, qualora ci fossero delle limitazioni per le attività dal vivo.

In questa sezione dedicata allo sviluppo di nuovi linguaggi cinematografici verranno presentati cortometraggi di autori emergenti e innovativi che osano spingersi oltre dando libero sfogo alla sperimentazione. Nell'edizione di quest'anno ci concentreremo principalmente sul suono e sulla musica nei film, perciò gradiremo estendere l’invito anche ai musicisti. Il 12 maggio è stata avviata un’open call rivolta a tutti gli autori audiovisivi nonché musicisti per presentare le proprie opere inerenti al tema dei confini e della possibilità di un loro superamento. Il programma dei Primi Voli, ideato per offrire ai giovani l’opportunità di esibire le proprie opere, si attinge anche ad incentivare gli autori locali poiché gli autori provenienti dalla Slovenia e dall'Italia possono iscrivere le proprie opere gratuitamente.

Ulteriori informazioni sull’open call sono disponibili su questo link.

Inoltre, per la fine di maggio stiamo organizzando una conferenza stampa durante la quale annunceremo il vincitore del premio Darko Bratina 2020.

OPEN CALL-firstcrossings.gif

2. - 10. 10. 2020

LA 21° EDIZIONE DEL FESTIVAL OMAGGIO A UNA VISIONE

Vi informiamo che annunceremo il vincitore del premio Darko Bratina di quest’anno all'inizio di giugno. Per ora vi invitiamo a segnarvi sulle vostre agende le date autunnali della 21° edizione del festival Omaggio a una visione, che si svolgerà dal 2 al 10 ottobre 2020.

27. 4. - 3. 5. 2020

UOMO PER IL CINEMA: KARPO GODINA

In questi giorni si susseguono innumerevoli interessanti contenuti online. Questa volta si propone la visione dei  film di 𝗞𝗮𝗿𝗽𝗼 𝗚𝗼𝗱𝗶𝗻𝗮, destinatario del  premio Darko Bratina 2012 nonché ospite del festival cinematografico 𝘖𝘮𝘢𝘨𝘨𝘪𝘰 𝘢 𝘶𝘯𝘢 𝘷𝘪𝘴𝘪𝘰𝘯𝘦. I film saranno a disposizione fino al 3 maggio.  

>> Fb link

30. 11. 2019

RETROSPETTIVA DEI FILM DI PETER METTLER

Ricordate l’ospite e destinatario del premio Darko Bratina 2018 Peter Mettler? In arrivo buone notizie per tutti che si sono persi i suoi film durante la passata edizione del festival Omaggio a una visione. Giusto in questi giorni si svolge nell’ambito del festival cinematografico internazionale Visions du Réel che quest'anno si sposta sul web per via della situazione sanitaria causata dal coronavirus, la retrospettiva dei film del regista svizzero-canadese. Maggiori informazioni sono disponibili qui.

30. 11. 2019

INTERVISTA

Interviste in sloveno con Kim Longinotto e Letizia Battaglia di Patricija Maličev (@Sobotna priloga di Delo).

>> Kim Longinotto

>> Letizio Battaglia

9. 11. 2019

CATALOGO

Al link qui sotto potete scaricare il catalogo del festival Omaggio a una visione 2019

Contributi firmati da: Cristina Battocletti, giornalista e scrittrice, Marta Fanasca, yamatologa, Patricija Maličev, giornalista,  Niccola Falcinella, giornalista, prof. Mojca Pajnik, Mateja Zorn, direttrice del festival e dal gruppo della nuova sezione First Crossins.

>> https://www.kinoatelje.it/it/attualita/2019110816140359/catalogo_del_festival_omaggio_a_una_visione_2019/

9. 11. 2019

UMETNI RAJ

Al link qui sotto potete guardare il programma Umeti raj (RTV Slovenija) interamente dedicato al nostro festival, alla vincitrice del premio Darko Bratina 2019 Kim Longinotto e alla fotografa Letizia Battaglia. 

Autrice del programma: Zemira A. Pečovnik

Regista: Slavko Hren

>> https://4d.rtvslo.si/arhiv/umetni-raj/174648666?fbclid=IwAR0Ay5raENAR2OvPSxNm_26vAvSOVHs7QgGfUPaC78_QGtyglYxlIMlyp_A

16. 10. 2019

PREMI

FIRST

CROSSINGS

Nella sezione First Crossings abbiamo assegnato anche due premi!

Il premio del pubblico è stato assegnato al regista francese Ismaël Joffroy Chandoutis per il film Swatted (2018), mentre quello della giuria è andato al regista sloveno Peter Cerovšek per il film Fundamenti (2018).

PoklonViziji2019_10162019_masterclass_25

8. 10. 2019

FESTIVAL

TRAILER

Avtor: Urban Košir

press to zoom

press to zoom

press to zoom

press to zoom
1/13

7. 10. 2019

INAUGURAZIONE

DELLA MOSTRA

L'inaugurazione della mostra ''Mafia, dolore, amore - Shooting the Mafia'' di Letizia Battaglia e Roberto Timperi presso la Galerija Fotografija, Ljubljana:

24. 8. 2019

K  I  N  O

TEČNIK

V novem Kinotečniku tudi članek o Kim Longinotto, z naslovom Kim Longinotto - sinonim upora, ki ga je napisala festivalska programska sodelavka Patricija Maličev!

»[...] Režiserkin zaščitni znak je prepoznavno neposreden in diskreten, nevsiljivo sočuten, a hkrati politično ozaveščen pristop do tem in osrednjih junakinj/junakov, sama pa se iz naracije vsakokrat popolnoma izvzame, zato ni slišati ne njenih vprašanj ali komentarjev ne dodatne naracije v offu. [...]«

Članek si lahko v celoti preberete na tej povezavi na 15. strani!

10. 6. 2019

KIM1.jpg
KIM-ime-01.png

K  I  N  O

28. 5. 2019

O T O K

Quest'anno il festival Kino Otok - partner del festival organizzato dal Kinoatelje, Poklon viziji/Omaggio a una visione - celebra il suo 15esimo anniversario! Il festival si terrà a Isola, dal 5 al 9 giugno.

Venerdì 7 giugno, alle 13:00 avrete l'opportunità di guardare l'ultimo film del regista vincitore del premio Darko Bratina nel 2017, Mario Brenta, e della co-regista Karine de Villers, Il sorriso del gatto (Italia, 2018, '61).

Durante la conferenza stampa di oggi abbiamo annunciato la vincitrice del Premio Darko Bratina 2019, premio che il Kinoatelje conferisce ormai da venti anni consecutivi. Quest’anno è stata messa a fuoco l’opera di una documentarista britannica, la cineasta Kim Longinotto, che nei suoi film ritrae magistralmente e in un modo discreto, non invadente, empatico, ma allo stesso tempo politicamente impegnato, il ruolo della donna nella società contemporanea.

>> Comunicato stampa

14. 5. 2019

FIRST CROSSINGS

A portare un’aria di novità al festival Omaggio a una visione è la freschezza del giovane programma First Crossings, pensato come una piattaforma per cortometraggi che esplorino nuovi linguaggi cinematografici.

Abbiamo lanciato un'OPEN CALL pronta a ricevere i vostri cortometraggi!

FilmFreeWay/First Crossings